Distanza accettabile e località attraente. Lunedì-Martedì durata 8 giorni

Partenza il Lunedì: dalla Milano-laghi si entra in Svizzera a Chiasso, al valico autostradale di Brogeda. L'attraversamento delle Svizzera, considerato una formalità, si rivela comunque lunghetto e fastidioso. Si punta su Zurigo per poi entrare in Germania da Shaffausen. Via San Gottardo si raggiunge il confine con la Germania, e da qui la comoda autostrada per il nord consente di raggiungere piuttosto rapidamente la zona di Stoccarda.

Il mattino seguente si segue la direttrice Norimberga-Praga, tra dolci colline imbiancate e scarso traffico autostradale. Si raggiunge Praga in serata, con la possibilità di pernottare al campeggio Sunny Camp.

Consigliamo una sosta di 4 giorni per visitare al meglio la città.  Tra le meraviglie che suggeriamo abbiamo: lo splendido edificio del municipi, l' Obecni Dom, impreziosito internamente ed esternamente da decorazioni in stile liberty. All'interno si trovano numerose sale che possono essere affittate per convegni, tra queste la più famosa è la monumentale Sala di Smetana dove si svolgono concerti, festival musicali e altri importanti avvenimenti sociali.
Poco oltre troviamo la torre delle Polveri che segna l'accesso alla città vecchia. Tramite le strade centrali si raggiunge la brulicante piazza Staromestka Namesti, che in questo periodo è occupata dal mercatino natalizio con banchetti che vendono sia addobbi natalizi che fumanti piatti tipici. Nella piazza si possono ammirare il municipio con il famoso orologio del XV sec. dove ad ogni ora si può assistere all'apparizione di 12 apostoli. Sotto all'orologio, il calendario astrologico con i segni zodiacali. La chiesa barocca di San Nicola e la cattedrale della madre di Dio di Tyn con le spledide torri gotiche asimmetriche ed il palazzo kinski in stile Rococò. Di Praga colpiscono i vari stili architettonici dal Romanico allo stile classicista e Impero fino al cubismo. Il Ponte Carlo, più volte ricostruito a seguito di inondazioni, è lungo 515 metri e largo 9,5. Sono presenti 30 statue collocate su pilastri, raffiguranti santi, tra questi la più famosa è quella di S. Giovanni Nepomuceno. Alle due estremità del ponte vi sono le torri fortilizie che segnano gli accessi alla città vecchia e alla città piccola. Le "case ballanti" dedicate ai famosi ballerini Fred e Ginger e al neorinascimentale teatro nazionale: due stili decisamente in netto contrasto. La zona ebraica di Praga, Josefov, con il cimitero e le Sinagoghe. La piazza San Venceslao, centro commerciale ed amministrativo della città Nuova, in realtà non è altro che una lunga via, piena di negozi su entrambi i lati, dominata dall'edificio del museo Nazionale e dalla statua equestre di San Venceslao attorniata da 4 santi. Il castello reale e la cattedrale più alta d'Europa, contenuta nel complesso del castello.

Il giorno 2 gennaio si lascia Praga e si rientra in Germania, direzione Rothenburg ob der Tauber, famosa cittadina fortificata della Romantische Strasse. Le aree di sosta per camper sono localizzate in due parcheggi, ben segnalate: parcheggi specifici, a 5 minuti dalle mura del centro, segnalazioni, gruppo servizi ampio, illuminato, pulito e riscaldato; punto carico e scarico funzionale; numerose torrette per l'erogazione di energia elettrica. Nel paese, autentica perla medioevale, l'atmosfera è magica, da "vero ambiente natalizio", con luci, neve, silenzio e freddo.

Il mattino successivo spostamento verso Dinkesbul, altra cittadina tipica della Romantischestrasse, e poi a Nordlingen, celebre per essere posizionata in un presunto cratere generato da un grande meteorite. In entrambi i casi la passeggiata è piacevole, in panorami nordici molto ovattati, con luminarie e addobbi molto curati.
Per la notte, suggerimento per una quietissima area per camper: Ollingen.

Ultimo giorno di rientro attraverso Shaffausen e il San Gottardo, godendo di spettacolari panorami su paesaggi illuminati nella zona dei laghi a ridosso del confine italiano.