Passaggio da Genova, attraverso la Francia in direzione Londra. Famiglia Baudizzone

Genova, fine Luglio. Partenza pomeridiana, attraversamento delle alpi al Moncenisio (dicevano che è bello, avevano ragione)
Sosta in Francia presso un porticciolo per il campeggio fluviale. Molto carino e gratuito.

L'indomani con calma tutto il giorno speso in viaggio verso Calais, poi traghetto estemporaneo per Dover (non avendo prenotato siamo partiti l'indomani mattina, 70 Euro).

Ci togliamo subito il pensiero con Londra, 5 giorni ad Abbey Wood. Pare siamo stati fortunati a trovare posto senza prenotare. Ma è più forte di me, pur non essendo un camperista duro e puro che deve SEMPRE dormire da randagio, prenotare un campeggio mesi prima lo trovo contronatura :-) )

Comunque il campeggio è bello, con scoiattoli a profusione, vicino alla stazione del treno. 35 minuti per arrivare in centro a Londra.

Ovviamente non poteva mancare un pò di shopping

Poi via verso la Scozia: Un paio di giorni sull'isola di Arran (poco conosciuta ma molto bella).

Quindi una cavalcata (un po' troppo veloce, ma cominciava ad essere tardi) a nord, verso Glencoe e la zona di Morar (set di film come Harry Potter, Highlander, Braveheart, chi più ne ha più ne metta).

Quindi Isola di Skye, meravigliosa.

Discesa verso l'Inghilterra: foresta di Sherwood e parco di Robin Hood, poi Cambridge e Oxford con visita dei college (di nuovo il seti di vari Harry Potter, compresa la sala mensa), Stratford upon Avon, Worcester, Stonehenge, Canterbury.

A Canterbury  ci hanno superato: per arrivare anche solo alla piazza davanti alla cattedrale e vederla da fuori ci vuole il biglietto: 25 Euro per la famigliola. E pensavamo che il Vaticano fosse orientato al business...

Di nuovo a Dover, sempre rigorosamente senza prenotazione. Ma le cose si complicano, perché è venerdì 20 Agosto, navi pienotte e tariffe elevate. Andiamo a Dunkerque invece che a Calais, perché la Norfolkline fa i prezzi più bassi (125 Euro) e ci imbarca immediatamente.

Siamo stanchi di gironzolare: sgroppata ininterrotta verso l'Italia, 900 Km al traforo del bianco.

Due giorni ancora di decompressione in Val Veny, sopra Courmayeur.